Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
13-08-2015

A quale età occorre portare una figlia per la prima volta dal ginecologo?

Risponde Rossella Nappi, docente di ginecologia e ostetricia - Università degli studi di Pavia

Il rapporto madre figlia in tema di dialogo col ginecologo è duplice, talune madri subito si preoccupano, nel momento in cui la ragazza ha le prime mestruazioni o magari è passato un anno o due, di cercare di spingerle a confrontarsi con lo specialista, talvolta perché loro stesse hanno avuto delle esperienze negative in passato, talaltre perché si trovano in imbarazzo a discutere di temi così sensibili con le figlie, diciamo che invece, purtroppo, c'è un'altra quota di madri che non porta volentieri la figlia del ginecologo ma anzi crea quasi una forma di barriera in queste ragazze che magari chiedono consiglio alle amiche e si fanno aiutare per cercare di prendere un appuntamento con il ginecologo. L’età giusta varia da persona a persona, diciamo che sarebbe bello che tutte le madri potessero aiutare le figlie a confrontarsi direi dopo un paio d'anni dallo sviluppo, anche per ricevere tutte le informazioni, non tanto per fare la visita ginecologica. Noi sappiamo che l'età media del primo rapporto nel nostro paese è intorno ai 17 anni ma dati recenti ci dicono che purtroppo c'è una grossa quota di ragazze che affronta i primi rapporti sessuali senza mai essersi confrontata con uno specialista, dunque andare verso i 14-15 anni potrebbe essere una buona idea.