21-11-2016

Tumore della prostata: quando si può evitare l’intervento?

Risponde Michele Gallucci, primario del reparto di urologia all'Istituto Tumori Regina Elena di Roma

È possibile evitare l'intervento quando il tumore è a basso rischio, ovvero è a un grado di aggressività basso, una quantità di biopsie limitate, in questi casi si può fare una sorveglianza che noi chiamiamo attiva, ovvero non fare niente, non fare alcuna operazione, ma seguire il paziente cronicamente in maniera da stabilire se il tumore continua ad essere silente, oppure se aumenta la sua aggressività, si interviene.