Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
17-06-2015

Attività sportiva non agonistica: quali controlli effettuare?

Risponde Roberto Meazza, responsabile del centro ipertensione - Fondazione Policlinico Ca’ Granda, Milano

Il controllo dello sportivo non agonista segue sicuramente una precisa legislazione, per cui attenendoci a quella noi non dovremmo avere nessun tipo di pensiero, però in pratica cosa consiglierei a chi inizia un'attività fisica, innanzitutto se ha un elettrocardiogramma, un controllo presso un medico sportivo o un centro di medicina dello sport, oppure in quelle strutture succedanee del centro di medicina dello sport che si possono trovare attualmente nei centri sportivi. L’importante è che un medico sappia e voglia controllare, ma in particolare in uno stato di salute, e quindi almeno con una misurazione della pressione, l'auscultazione del cuore ed un elettrocardiogramma per vedere che non ci sia qualcosa di eclatante.