30-11-2018

Dieci cose da sapere sull'Aids

Le terapie hanno fatto passi enormi dal 1982, anno in cui si manifestò l’epidemia causata dall’Hiv. Ogni anno, però, muoiono ancora due milioni di persone

Giornata mondiale contro l'Aids: dieci cose da sapere sulla sindrome da immunodeficienza acquisita

1. Nelle persone malatie di Aids le difese immunitarie sono fortemente indebolite a causa di un virus denominato Hiv e non sono più in grado di fronteggiare l'insorgenza di infezioni e malattie

2. Il virus si trasmette con contati sessuali non protetti dal preservativo e tramite contatto con sangue infetto

3. 3443 sono state le nuove diagnosidi infezione da Hiv in Italia (2017). Il numero di decessi di persone con Aids rimane stabile

4. Tra i 25 e i 29 anni si registra il numero più alto dei contagi

5. La modalità di trasmissione pincipale, tra le nuove diagnosi, è attraverso rapporti eterosessuali

6. Per sapere se si è stati contagiati dall'Hiv, basta sottoporsi al test specifico che si effettua attraverso un normale prelievo di sangue

7. Il telefono verde Aids e infezioni sessualmente trasmesse (800.861.061) offre un servizio di counseling 7 giorni su 7

8. Il modo migliore per prevenire il contagio è usare sempre il preservativo durante i contatti sessuali

9. Oggi non si guarisce dall'Aids, ma a metà degli anni '90 c'è stata una svolta, con la messa a punto della triplice terapia a base degli antiretrovirali, che ha permesso la cronicizzazione dell'infezione

10. Attualmente disponiamo di farmaci più potenti, ma la lotta contro l'Aids è tutt'altro che vinta