Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
30-05-2016

La sigaretta "fai da te" è meno dannosa?

VIDEOINTERVISTA - Risponde Sergio Harari, direttore della Pneumologia all'Ospedale San Giuseppe IRCCS Multimedica di Milano

PER TROVARE RISPOSTA AI TUOI QUESITI, SCRIVI UN'EMAIL A: redazione@fondazioneveronesi.it

Sempre più spesso vedo i miei compagni di università comprare il tabacco per farsi le sigarette. Mi dicono che faccia meno male... Qual è la differenza con quelle tradizionali?

(Elena S, Torino)

Risponde Sergio Harari, direttore dell'unità di Pneumologia all'Ospedale San Giuseppe IRCCS Multimedica di Milano e membro del comitato scientifico di No Smoking Be Happy

No. Le sigarette fai da te non fanno meno male delle sigarette fatte invece in maniera normale, consueta, in quanto contengono gli stessi prodotti e non hanno neanche il filtro che protegge in qualche modo da alcuni dei loro componenti. Quindi è parte della mitologia di un certo tipo di comportamento che il fare la sigaretta protegga in qualche modo maggiormente dal comprarla e poi anche qui entra in gioco la gestualità, il rito di farsi la sigaretta, ma in realtà è un farsi del male.