Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
09-08-2017

Chi soffre di cuore può avere rapporti sessuali?

Il rischio può aumentare se si fa sesso quando il cuore non si è ancora stabilizzato dopo un evento cardiovascolare. Ma nel tempo si può recuperare una sessualità normale

L’attività sessuale fa parte della normale vita di relazione di una persona, spesso viene posta la domanda “cosa fare quando c'è stato un attacco cardiaco?”, e la risposta è una risposta che deve essere articolata. Sicuramente se un attacco cardiaco è recente e un paziente non è stabile e opportuno evitare qualunque tipo di sforzo fisico inclusa l'attività sessuale perché chiaramente può aumentare il rischio di problemi a livello del cuore. Ma una volta che il paziente si è stabilizzato e si è ripristinata una normale perfusione del cuore quindi sono state riaperte le coronarie in caso di stenosi o di chiusura di un vaso con angioplastica con intervento una volta che la condizione clinica stabile, è bene controllare che tutto sia tornato normale quindi in questo caso una prova dello sforzo può essere molto importante e se non vi sono più sintomi, il test da sforzo è normale, la terapia è assunta con regolarità, non dimentichiamoci che la prevenzione gli ulteriori 20 comporta attenzioni alle terapie prescritte anche un'attività sessuale moderata diciamo nei limiti di norma può essere parte della vita normale anche di un cardiopatico, ovvio commesse in prime di cina ogni caso va visto individualmente quindi è bene parlarne con il proprio medico che conosce la persona in dettaglio e farsi dare una valutazione del proprio medico più precisa, più personalizzata ma ripeto in condizioni stabili non esiste una proibizione assoluta.